loading

Doccia, una scelta di stile dal piatto al box

Sulla scelta della doccia non tutti sono disposti a investire molto tempo. Il box doccia, infatti, spesso viene scelto per inerzia, perché “la doccia in bagno va messa comunque”, considerando magari giusto le dimensioni del bagno e pochi altri aspetti.

Fortunatamente, la possibilità di scegliere tra tantissime tipologie di box e piatti doccia ha fatto sì che sempre più persone decidano di valutare ogni possibilità prima di acquistare e far montare una doccia, in base ai propri gusti e anche alle proprie personalissime esigenze. Diverse per ciascuno di noi.

Ecco, allora, quali aspetti considerare per scegliere il box doccia perfetto.

Partiamo dal box

Tra le scelte nel campo dei box doccia, sicuramente tra i più scenografici ci sono quelli trasparenti come cristallo, lussuosi e di classe. Ricordati, però, che questo tipo di box doccia richiede una certa cura dei dettagli, altrimenti ospiti e inquilini vedranno tutti i tuoi flaconi di shampoo, i saponi, le spugne e le tracce di calcare che potresti aver dimenticato di togliere dopo l’ultima doccia. Se scegli questo tipo di box doccia, ricordati di preferire vetri trattati per resistere e per risultare facili, anzi, facilissimi da pulire. Ad esempio i box doccia Duka sono trattati con ProCare e resistono alla corrosione e all’attacco di sporco e calcare. Altrimenti, puoi sempre scegliere un vetro satinato.

Il piatto è servito

Il piatto doccia è molto importante, sotto il punto di vista estetico e pratico. Puoi sceglierlo in acrilico (vantaggio: è economico – svantaggio: tende a ingiallirsi e a macchiarsi) oppure in ceramica (vantaggio: è bello e classico – svantaggio: è più esposto a crepe e rotture) o ancora in resina (vantaggio: è sottile e perfetto in installazioni filo pavimento – svantaggio: soffre gli shock termici). L’importante è che rispecchi la tua personalità e che si abbini al box doccia.

La differenza è nei dettagli

Dal soffione al pannello, dalla colonna doccia alla struttura per cromoterapia e aromaterapia, senza dimenticare il soffione da incasso aggiuntivo – per un effetto cascata amazzonica – e i nebulizzatori per trasformare il tuo box doccia in una spa. Scegli gli accessori giusti senza tralasciare comfort ed eleganza.

E se non hai ancora un’idea precisa, lasciati ispirare qui.

duka

Potrebbe interessarti...